Ice Bucket Challenge dal punto di vista di Samsung, le critiche e i video fail

Conoscerete tutti questa iniziativa per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’ALS (Sclerosi Laterale Amiotrofica); Facebook e Twitter sono infatti invasi da video di gente comune e di grandi star che dopo aver nominato i prossimi giocatori, si tirano addosso un bel secchiello di acqua fredda. Il reparto marketing di Samsung, come potete vedere dal video non si è fatto scappare l’occasione per partecipare.. a modo suo.

Insomma la casa produttrice coreana non perde l’occasione per elogiare il suo smartphone top gamma sottolineando la resistenza all’acqua; caratteristica che gli smartphone nominati, effettivamente non hanno.

Le critiche

Ironia di Samsung a parte, questa iniziativa sta subendo molte critiche. Tanti affermano infatti che non si è appreso fino infondo il significato del gioco, limitandosi ad eseguire una doccia fredda e dimenticandosi dell’importante donazione, dicono che non serve, dicono che si fa beneficenza in silenzio; dicono un sacco di cose. In effetti questi sono video virali, catene che in qualche modo raggiungeranno gran parte degli iscritti ai social network, ma che non ricordano il fine di questa sensibilizzazione. In ogni caso, numeri alla mano (Barbara Newhouse, presidente dell’associazione non-profit) sono stati raccolti 8,6 milioni di dollari nelle ultime 24 ore, per un totale di 31,5 milioni di dollari donati nel periodo che va dal 29 luglio al 19 agosto. Per capire l’importanza del fenomeno Ice Bucket, basti pensare che nello stesso periodo del 2013 sono stati raccolti solo 1,9 milioni di dollari dalla ALS.

Potete trovare il modulo per effettuare una donazione nel sito ALS Association.

I fallimenti

Per concludere questo articolo non potevano mancare alcune persone che hanno in qualche modo sbagliato mira. Le potete trovare in questo video:

Potrebbe interessarti anche: