L’erba sintetica utilizzata come produttrice di energia rinnovabile

In un futuro poco lontano, l’erba sintetica potrà essere installata sui tetti delle abitazioni per produrre energia rinnovabile dal vento. Basterebbero 300mq per trasformare energia necessaria a soddisfare il consumo medio casalingo giornaliero (circa 7 ,11kW).

erbasinteticaenergia

Con l’incremento dell’inquinamento atmosferico e la continua diminuzione di combustibili fossili, la ricerca di nuove tecnologie per la produzione di energia sostenibile è una sfida per lo sviluppo della civiltà umana. Con questo principio il gruppo di ricerca del Prof. Z. L. Wang (insegnante e ricercatore a “Beijing Institute of Nanoenergy and Nanosystems Chinese Academy of Sciences”) inventò il nanogeneratore TENG (2014). Esso è costituito da due fogli di materiali differenti. La prima superficie polimerica cede elettroni mentre la seconda li accetta. Quando i fogli vengono sfregati l’uno contro l’altro, si viene dunque a generare un passaggio di elettroni da una superficie all’altra. Quando i fogli vengono separati tra loro si crea un voltaggio.

Come potete ben intuire l’erba sintetica è solo uno delle tante applicazioni del TENG: infatti è stato installato anche su pedali, boe, suole delle scarpe, etc; insomma dove c’è energia meccanica il nanogeneratore potrebbe sviluppare energia pulita e rinnovabile.

Non ci resta che aspettare concrete applicazioni di TENG e nel frattempo speriamo che si muova qualcosa anche nel campo dell’accumulo di energia!

Potrebbe interessarti anche: