Orca: il nuovo social network contro i criminali

L’accademia del West Point ha messo a punto un software che utilizza le logiche dei social per combattere la criminalità

Cecchini Frog Co.

Il prossimo delitto dove sarà? Dove avverrà? chi lo commetterà? Queste sono le domande che si è posto  il maggiore Paulo Shakarian, docente all’Accademia Militare di West Point e appassionato di tecnologia. Secondo lui tutti i crimini hanno una relazione, ricercabile attraverso i Social Network. I criminologi hanno constatato che ogni tipo di delinquenza segue dei precisi schemi e mai nulla è lasciato al caso.

Grazie a queste informazioni il maggiore con l’aiuto di alcuni cadetti ha sviluppato un software in grado di sfruttare i dati messi a disposizione dei Social per trasformarli in grafici visuali da mettere a disposizione della polizia.

Orca, è questo il nome del nuovo software (Organizational, Relationship, and Contact Analyzer), il principio è molto semplice, vengono analizzati i nomi delle persone che sono state arrestate nello stesso momento e successivamente utilizzando formule di statistica ne deriva conclusioni sull’appartenenza o meno a delle gang.

Un altro modo è quello di analizzare ed identificare gruppi che svolgono la stessa attività per esempio in parchi e con un po’ di elaborazione è possibile risalire alle varie gerarchie.

l’utilizzo per combattere la piccola criminalità organizzata è solo un inizio, il dipartimento della Difesa ha intenzione in futuro di combattere la criminalità organizzata, i narcotrafficanti e terroristi attraverso ORCA.

Potrebbe interessarti anche: