Supercomputer contro cervello umano

40 minuti di un Supercomputer per simulare 1 solo secondo del cervello umano

Cervello - Frog Co.

Il singolare esperimento è stato condotto da un team internazionale di ricercatori dell’Istituto RIKEN (Giappone), dell’Okinawa Institute of Science and Technology Graduate University (Giappone) e del centro Forschungszentrum Jülich (Germania). 

Il quarto computer più potente al mondo:

Il protagonista della simulazione è stato K, il quarto computer più potente al mondo: una gigantesca macchina equipaggiata con 705.024 processori e 1,4 milioni di GB di Ram. Il funzionamento del cervello umano è stato ricostruito grazie a NEST, un software in grado di replicare una rete formata da 1,73 miliardi di nervi e 10,4 milioni di milioni di miliardi di sinapsi. Numeri difficili da immaginare, ma che rappresentano solo l’1% delle connessioni neuronali dell’uomo.
Obiettivo del test era quello di valutare le capacità di K e ottenere informazioni preziose per la costruzione di nuovi strumenti di simulazione e supercomupter esascala, cioè con capacità di calcolo nell’ ordine dei 1000 petaFLOPS. Macchine così potenti da riuscire ad effettuare contemporaneamente fino a 1030 operazioni al secondo.

Cervello elettronico. Quello vero

Secondo gli scienziati questi computer avranno la stessa potenza di calcolo del cervello umano e permetteranno di realizzare le prime simulazioni complete e in tempo reale del suo funzionamento. 
La prima di queste macchine sarà costruita dagli esperti del RIKEN e sarà operativa tra il 2018 e il 2020. Oltre che per lo studio del cervello umano potrà essere impiegata in numerosi altri ambiti scientifici: dalla medicina all’ingegneria, dalla biologia alle tecnologie aerospaziali.

Potrebbe interessarti anche: